" />

  • Logopedia

    Logopedia

    La Logopedista è specializzata nella prevenzione e nel trattamento dei disturbi della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

    La Logopedista, dopo aver preso visione delle prescrizioni del medico (neuropsichiatra, psicologo, pediatra, otorino, …), esamina il paziente, elabora un programma personalizzato di riabilitazione, propone al paziente, se necessario, l’utilizzo di ausili (computer, protesi per sordità, ecc.),segue il piano di trattamento con il paziente, controlla le condizioni di quest’ultimo e informa eventualmente il medico su tutti i risultati del trattamento.

    La figura del Logopedista è necessaria in caso sussistano:

    • disturbi foniatrici (disfonia, disfagia, disartria e deglutizione atipica)
    • difficoltà del linguaggio in sordità o balbuzie
    • disturbi neuropsicologici (afasia, aprassia, agnosia, ritardi di sviluppo del linguaggio, disturbi fonologici, disturbi dell’apprendimento, ritardi mentali, disturbi dell’attenzione)
    • disturbi neurocomportamentali (causati da traumi cranici, eventi patologici cerebrali, autismo, demenza)

    La figura del logopedista è regolamentata a livello statale attraverso il Decreto Ministeriale 742 del 14/09/1994.

    Per Approfondire

    Deglutizione Atipica

    Per deglutizione atipica si intende la persistenza, in età adulta, di un atto fisiologico come la deglutizione con caratteristiche funzionali tipiche della prima infanzia.

    Di cosa si tratta?

    La Deglutizione rappresenta un processo funzionale ma complesso che, grazie al coinvolgimento di numerose strutture nervose e muscolari, permette la progressione ed il trasporto del materiale alimentare dalla bocca verso le vie digestive inferiori.

    Vi è un’importante differenza tra la deglutizione di un neonato, quella di un bambino e quella di un adulto: la deglutizione neonatale è solo liquida, mentre quella infantile prima e adulta poi è mista, sia liquida che solida.

    Durante l’allattamento le labbra “spremono” il capezzolo della mamma, la parte posteriore della bocca, invece, “aspira”.

    Il passaggio dalla Deglutizione infantile a quella dell’adulto si completa di solito a 6 anni; i movimenti e la posizione dei muscoli interessati cambiano, fino a diventare quelli tipici dell’adulto.

    Il passaggio dalla deglutizione infantile a quella adulta inizia verso i 18-24 mesi e termina verso i 5-6 anni; il passaggio ad una deglutizione adulta avviene quindi gradualmente in alcuni anni.

    La persistenza della deglutizione infantile in bambini di età superiore ai 7-8 anni in genere si accompagna a dislalie e malocclusioni.

    Cosa fa la logopedista?

    In collaborazione con medici specializzati come otorinolaringoiatri ed ortodonzisti, la logopedista valuta la tipologia di deglutizione del paziente, stabilendo quindi il trattamento più adatto.

    In cosa consiste il trattamento?

    Il trattamento consiste nel rinforzo della muscolatura coinvolta nella deglutizione e nella riprogrammazione dei movimenti della lingua.