" />

  • Mediazione familiare – 2015

    Mediazione familiare – 2015

    La Mediazione è una strada alternativa alla gestione di qualsiasi tipo di conflitto. Attraverso la mediazione si possono trovare soluzioni concrete di carattere pratico-organizzativo riguardo le questioni oggetto di conflitto, siglando accordi condivisi e duraturi. Essa è praticabile in presenza di conflitti familiari, scolastici, interculturali, conflitti riguardanti il tema della diversità o qualsiasi altro argomento generante conflittualità. E’ un approccio orientato alla trasformazione qualitativa dei rapporti umani e sociali. La Mediazione Familiare è, nello specifico, l’alternativa all’esclusiva gestione giuridica del conflitto per le coppie nella fase di separazione e divorzio. La mediazione facilita la ricostruzione attraverso una ri-progettualizzazione, riattiva una comunicazione efficace e aiuta a scindere, soprattutto se vi sono dei figli, il ruolo di ex coniugi da quello di genitori, limitandone dolore e disagio.


    DESTINATARI
    Studenti e professionisti in possesso dei seguenti titoli di studio:
    Laurea in Medicina con specializzazione in Psichiatria o Neuropsichiatria infantile, Laurea in Psicologia, Laurea in Pedagogia o in Scienza dell’Educazione, diploma o laurea di Assistente Sociale, Laurea in Sociologia, Laurea in Giurisprudenza .

    OBIETTIVI
    Offrire una cornice teorica di riferimento della storia, degli ambiti e delle specializzazioni della Mediazione.
    Approfondire la conoscenza della psicologia delle relazioni familiari e di coppia.
    Acquisire conoscenze riguardo la capacità di osservazione e l’analisi degli aspetti funzionali e disfunzionali della separazione, con particolare riguardo alle modalità di gestione e agli effetti sui figli.
    Sviluppare capacità d’intervento sulla conflittualità intra-familiare attraverso la conoscenza delle abilità specifiche riguardo al lavoro di Mediazione Familiare, ai suoi principi, agli obiettivi, alle fasi del processo, alle tecniche di colloquio e di intervento.
    Conoscere gli strumenti legislativi attualmente esistenti per la realizzazione e l’espansione della Mediazione Familiare, le politiche europee ed i servizi finalizzati alla sua realizzazione.
    Fornire strumenti utili alla progettazione e implementazione di servizi ed interventi che abbiano come finalità la promozione del benessere della Famiglia.
    STAFF DIDATTICO
    Dr. Gioida Varriale, Sociologa e mediatrice familiare
    Dr.ssa Maria Stella Angelucci, Psicologa, psico-diagnosta e Vice Presidente dell’Associazione Logos Famiglia e Minori Roma
    Dr.ssa Angela Roselli, Assistente Sociale Specialistra
    Avv Cinzia Roberti, Avvocato del Foro di Roma e Presidente dell’Associazione Logos Famiglia e Minori Roma
    Avv Laura Serra , Avvocato del Foro di Roma

    DURATA E SEDE
    A seconda del numero degli iscritti, il corso potrà svolgersi presso la nostra sede in via Tuscolana 1003 o in altra sede il cui indirizzo verrà comunicato entro il termine di chiusura delle iscrizioni.
    La durata del corso è di 2 fine settimana ( dal venerdì alla domenica dalle ore 9.30 alle ore 18.30) per un totale di 48 h complessive. E’ prevista una verifica finale.
    ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE E CREDITI FORMATIVI
    Sono stati richiesti crediti formativi ai diversi ordini professionali.
    I Curriculum Vitae dei partecipanti, inoltre, entreranno a far parte del nostro Data Base per possibili future collaborazioni con l’Associazione Logos – Famiglia e Minori- Roma.
    Verrà rilasciato un attestato di partecipazione con specifica delle ore teoriche e pratiche sostenute.

    MODALITA’ DI ISCRIZIONE
    Il corso prevede un minimo di 10 partecipanti. I candidati possono inviare il loro CV al seguente indirizzo e-mail
    segreteria@logosroma.it indicando come oggetto CORSO MEDIAZIONE FAMILIARE .
    Successivamente i candidati selezionati verranno contattati per un colloquio conoscitivo e motivazionale.

    COSTI
    300,00 Euro Iva compresa

    PER INFORMAZIONI CONTATTARE g.varriale@logosroma.it

    PROGRAMMA DEL CORSO
    –date da definire —
    INTRODUZIONE AL CORSO

    VENERDI’ – ore 09:30 – 10:30 – Tutto lo staff

    – Presentazione del corso e delle sue finalità
    – Presentazione dei Docenti
    – Presentazione dei Partecipanti
    -Presentazione del Programma
    -Varie ed eventuali

    MODULO 1

    VENERDI’  – ore 10:30 – 13:30 (Mediatore)

    – Cenni sulla storia della mediazione familiare: origine, sviluppo e principi fondamentali.
    – La mediazione come un nuovo modo di risolvere i conflitti: i vari ambiti di applicazione della mediazione.
    -La gestione pacifica del conflitto ossia la gestione del conflitto come un’occasione di crescita.

    VENERDI’  – ore 14:30 – 18:30 (Avvocato)

    -Principi generali del diritto di famiglia nell’ordinamento italiano ed europeo.
    – Matrimonio concordatario e matrimonio civile. Famiglie di fatto.
    – Rapporti personali tra coniugi: diritti e doveri reciproci coniugali.
    MODULO 2

    SABATO  – ore 09:30 – 13:30 (Psicologa)

    – Pragmatica e Teorie della comunicazione umana.
    – Comunicazione interpersonale: verbale, non verbale, para-verbale, descrittiva, rappresentativa.
    Comunicazione efficace. Ascolto attivo. Barriere della comunicazione.
    – Role playing
    – Simulata

    SABATO  – ore 14:30 – 18:30 (Assistente Sociale)
    -La famiglia oggi: bisogni, risorse, aspettative e confini.
    – L’attivazione strumentale del conflitto giuridico nel conflitto.
    -Esercitazione su casi.
    MODULO 3
    DOMENICA  – ore 09:30 – 11:30 (Avvocato)

    -Elementi di diritto di famiglia e nuova normativa sull’affido condiviso.
    -Ruoli e funzioni del Giudice tutelare e del Tribunale dei minori.
    – Diritti dei figli naturali, figli legittimi e adottivi.

    DOMENICA  – ore 11:30 – 13:30 (Psicologa)

    – Ciclo di vita della famiglia e dei sistemi non familiari.
    – Formazione, sviluppo e crisi del rapporto di coppia.
    – Fisiologia e patologia del conflitto coniugale.
    – Role playing o simulata.

    DOMENICA – ore 14:30 – 18:30 – (Mediatore)

    – La mediazione familiare: l’analisi della domanda, il contratto di mediazione ed i suoi obiettivi.
    -Il percorso di mediazione.
    -Metodologie e tecniche della mediazione familiare: tecnica e pratica del colloquio.
    – Role playing o simulata.
    MODULO 4

    VENERDI’  – ore 09:30 – 13:30- (Mediatore)

    – Il processo di mediazione: dalla diagnosi operativa all’intervento ristrutturante, specificità degli ambiti e dei confini d’intervento.
    -Il mediatore come professionista di riferimento in caso di scioglimento di una convivenza o di unioni non riconosciute a livello giuridico.
    – Mediazione ed ordini di protezione: le situazioni non mediabili.

    VENERDI’  – ore 14:30 – 18:30- (Psicologa)

    -Concetto di paradigma familiare.
    -Il ruolo dei figli nel conflitto coniugale.
    -Lo sviluppo psico-affettivo del bambino e le dinamiche adolescenziali.
    -Percorsi disfunzionali e manifestazioni psicopatologiche dei figli nella separazione.

    MODULO 5

    SABATO  – ore 09:30 – 13:30 (Mediatore)

    – Differenza tra M.F., terapia di coppia, terapia familiare, consulenza legale.
    – Codice deontologico del Mediatore.
    – Il mediatore familiare: ruolo e competenze; qualita’ e limiti; formazione e deontologia.

    SABATO  – ore 14:30 – 16:30 (Assistente sociale)

    -La tutela del minore: La Carta dei Diritti del Fanciullo
    -La rete di aiuto alle famiglie nei servizi territoriali.
    -La mediazione interistituzionale.

    SABATO  – ore 16:30 – 18:30 (Avvocato)

    – Regime patrimoniale della famiglia: comunione legale, fondo patrimoniale e separazione dei beni.
    – Separazione e divorzio: gli effetti personali e patrimoniali.
    – Consulenza legale c/ mediazione: scontro o collaborazione? Differenze metodologiche e possibili connessioni.

    MODULO 6

    DOMENICA  – ore 09:30 – 13:30 (Mediatore)

    -Lo studio del carattere come elemento fondante della relazione d’aiuto: l’enneagramma.

    DOMENICA  – ore 14:30 – 18:30

    VERIFICA FINALE